PSICOTERAPIA E BALBUZIE

Spesso, accade di avere in terapia o di intervistare in colloqui preliminari, degli adolescenti e adulti balbuzienti che attraverso la loro sintomatologia del balbettare, nascondono importanti problemi psicologici. Certamente a vari livelli di difficoltà, ma che comunque vanno a complicare la già difficile situazione relazionale. Del rapporto tra sintomatologia del balbettare e difficoltà a porsi in maniera serena con gli altri ne abbiamo già parlato. Ci preme però fare delle precisazioni.

Agganciare in terapia un ragazzo o un adulto con una forma di balbuzie, può rappresentare un elemento importante per andare ad affrontare, ove sia possibile, altri aspetti del comportamento ed altre problematiche.

Spesso si notano elementi depressivi sottostanti, in rapporto a quegli aspetti autosvalutativi e autocommiserativi tanto dibattuti. In questi casi il nostro lavoro psicologico va a porsi in maniera più ampia ed incisiva. Altre volte però, casi molto rari, succede di incontrare soggetti con forte difficoltà psicologica che però tendono a proiettare tutta la loro sofferenza sulla balbuzie. In questi ultimi casi è importante porsi con oculatezza e giusta ponderazione della dinamiche interne alla personalità.

Il paziente migliore è quello che ha la giusta visione della sua difficoltà, riconosce le sue condizioni di se in rapporto agli altri e possiede le adeguate motivazioni al cambiamento. Aspetti che creano una importante e proficua alleanza terapeutica, idonea per raggiungere il migliore risultato possibile.

RICHIEDI

Questo post è disponibile anche in: Inglese